contemplAttiva


...perchè non si sa mai...

La nostra paura più profonda

non è di essere inadeguati.

La nostra paura più profonda,

è di essere potenti oltre ogni limite.

E’ la nostra luce, non la nostra ombra,

a spaventarci di più.

Ci domandiamo: ” Chi sono io per essere brillante, pieno di talento, favoloso? “

In realtà chi sei tu per NON esserlo?

Siamo figli di Dio.

Il nostro giocare in piccolo,

non serve al mondo.

Non c’è nulla di illuminato

nello sminuire se stessi cosicchè gli altri

non si sentano insicuri intorno a noi.

Siamo tutti nati per risplendere,

come fanno i bambini.

Siamo nati per rendere manifesta

la gloria di Dio che è dentro di noi.

Non solo in alcuni di noi:

è in ognuno di noi.

E quando permettiamo alla nostra luce

di risplendere, inconsapevolmente diamo

agli altri la possibilità di fare lo stesso.

E quando ci liberiamo dalle nostre paure,

la nostra presenza

automaticamente libera gli altri.

Nelson Mandela

L’unico modo per dimenticare è ricordare
— S. Freud (via lunanuova)
anke alle 10.40 ci sta benissimo :D

anke alle 10.40 ci sta benissimo :D

Indossava un abito color avorio e nel suo sguardo c’era tutto il mondo. Ricordo appena le parole del sacerdote e i volti commossi degli invitati che quel mattino di marzo affollavano la chiesa. Rammento solo le nostre labbra che si sfiorarono e il giuramento segreto che feci a me stesso e che avrei rispettato ogni giorno della mia vita.

"l’ombra del vento"

Zafòn

"sopra tutti gli altri questo angolo di terra mi sorride"

ORAZIO

Ah, signora! Quella che lei crede una gobba è l’astuccio delle mie ali.
— Giacomo Leopardi (via unanuvolaforesta)
slurp…

slurp…

‎”Se è tardi a trovarmi, insisti,
se non ci sono in un posto, cerca in un altro,
perché io son fermo da qualche parte ad aspettare te.”

Walt Whitman


(via myborderland)

Fonte: myborderland